IT - EN
Sostenibilità

SostenibilitàLa strategia di sostenibilitàGovernance della sostenibilità

Al fine di garantire una gestione strutturata degli aspetti di sostenibilità è stato instaurato un sistema di responsabilità definito sia a livello di organismi di governo che di struttura organizzativa. 

In linea con il nuovo Codice di Autodisciplina delle Società Quotate a cui Recordati ha deliberato di aderire, al Consiglio di Amministrazione spetta il compito di perseguire il successo sostenibile dell’impresa, definito come l’obiettivo di creare valore nel lungo termine a beneficio degli azionisti tenendo conto degli interessi degli stakeholder rilevanti per la sua attività.

Il Consiglio di Amministrazione ha istituito al proprio interno il Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità, costituito da soli amministratori non esecutivi e indipendenti.  Il Comitato ha funzioni propositive e consultive nei confronti del CdA: supporta con un’adeguata attività istruttoria le valutazioni di competenza del Consiglio di Amministrazione anche in materia di sostenibilità, ossia i processi, le iniziative e le attività tese a presidiare l’impegno della Società per lo sviluppo sostenibile lungo la catena del valore.  Il Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità, inoltre, nell’assistere il Consiglio di Amministrazione: 
  • svolge l’analisi dei temi rilevanti per la generazione di valore nel lungo termine in via propedeutica all’approvazione da parte del Consiglio stesso del piano industriale della Società e del Gruppo;
  • svolge l’analisi circa la definizione della natura e del livello di rischio compatibile con gli obiettivi strategici della Società, includendo nelle proprie valutazioni tutti gli elementi che possono assumere rilievo nell’ottica del successo sostenibile della Società;
  • vigila sui temi di sostenibilità connessi all’esercizio dell’attività dell’impresa e alle dinamiche di interazione di quest’ultima con tutti gli stakeholder nel rispetto del principio del successo sostenibile; 
  • esamina le linee guida del Piano di Sostenibilità e le modalità di attuazione della politica di sostenibilità; 
  • esamina l’impostazione generale della Dichiarazione consolidata Non Finanziaria e l’articolazione dei relativi contenuti, nonché la completezza e la trasparenza dell’informativa fornita attraverso il medesimo documento;
  • esprime, su richiesta del Consiglio, un parere su questioni di sostenibilità. 
Nel corso del 2020, il gruppo Recordati ha rafforzato il proprio impegno verso una gestione sempre più integrata della sostenibilità, attraverso la creazione della funzione Environmental, Social & Governance, con riporto diretto al Group General Manager, al fine di gestire e coordinare le tematiche di sostenibilità. La funzione promuove e supporta le diverse funzioni del Gruppo nell’adozione e nell’integrazione dei principi di sostenibilità nei processi decisionali e di business aziendali. In collaborazione con le funzioni preposte, individua i rischi legati alle tematiche di sostenibilità, le aree e i progetti di miglioramento. Propone la strategia e gli obiettivi del Piano di Sostenibilità e redige la Dichiarazione consolidata di carattere Non Finanziario. Inoltre, promuove il dialogo con gli stakeholder e diffonde la cultura della sostenibilità all’interno dell’Azienda.

A partire dal 2017, con la definizione della Group Policy per la predisposizione della Dichiarazione consolidata di carattere Non Finanziario, sono stati identificati dei “data owner” con la responsabilità, ciascuno per la propria area, dei dati e delle informazioni pubblicate nella Dichiarazione consolidata Non Finanziaria. 

A conferma dell’impegno del Gruppo sulle tematiche di sostenibilità, Recordati nel corso del 2020 ha partecipato per la seconda volta al Programma CDP Climate Change, migliorando sensibilmente il punteggio rispetto al 2019, passando dal livello C “awareness” al livello B “management” che evidenza che l’Azienda ha intrapreso delle azioni concrete per affrontare gli aspetti del cambiamento climatico. 



A seguito della review di dicembre 2020, il gruppo Recordati è stata inclusa nei FTSE4Good Index series che misurano le performance delle aziende sui temi ESG (Environmental, Social and Governance) e sono utilizzati da molti operatori finanziari in tutto il mondo per sviluppare e valutare prodotti focalizzati sugli investimenti sostenibili.



A Giugno 2021 Recordati ha ottenuto la valutazione “Gold” nell’analisi effettuata da EcoVadis, rientrando nel 5% delle aziende con il più alto punteggio a livello globale.  Questo rappresenta un ulteriore segno dell’importanza che la sostenibilità riveste nella strategia aziendale. Il punteggio assegnato a Recordati si basa sulle politiche, le azioni e i risultati ottenuti dall’azienda nei 4 ambiti chiave per la sostenibilità analizzati da EcoVadis: Ambiente, Pratiche di lavoro e diritti umani, Etica e Acquisti sostenibili.

 
A ottobre 2021, Recordati è stata inserita nel MIB ESG Index, il primo indice promosso da Euronext e Borsa Italiana dedicato alle blue-chip italiane che presentano le migliori pratiche in ambito ESG. L’inclusione del Gruppo nell’indice rappresenta un’ulteriore evidenza dell’impegno concreto di Recordati in campo ambientale, sociale e di governance. L’indice seleziona infatti le 40 società italiane quotate che più di tutte hanno dimostrato una perfetta integrazione tra le performance economiche e i criteri ESG, in linea con i principi del Global Compact delle Nazioni Unite. La composizione dell’indice si basa sull’analisi dei criteri ESG da parte di Vigeo Eiris, società di Moody's ESG Solutions, che valuta le performance degli emittenti.